Saldi Roma 2011, comprate ora perché dopo ci sarà da tirare ancora la cinghia

di Nax Commenta

Saldi Roma 2011, meno male che stanno per arrivare.
Sì, perché per l’anno che verrà si preannunciano autentiche stangate. perlomeno secondo un’analisi delle numerose associazioni dei consumatori presenti nel nostro Paese.
Le quali, dapprima hanno lanciato l’allarme su un flop dei consumi di Natale, auspicando l’avvio immediato dei saldi e manovre strutturali per rilanciare la domanda. In queste ore, invece, Adusbef e Federconsumatori stanno avvertendo ( e di brutto pure)  che nel 2011 ci sarà una maxi-stangata sui prezzi per le tasche degli italiani
.

Una sequela di rincari in arrivo dal 1° gennaio per le tariffe autostradali, con aumenti dei pedaggi in media del 6% rispetto al 2,7% del 2010. Ma la maxi-stangata, da oltre mille euro stimata dall’Adusbef, sta per abbattersi anche sulla dieta degli italiani: il 6% circa (267 euro) infatti è imputabile proprio alla spesa alimentare.

Noi pure l’avevamo segnalato nei posts precedenti. Gli italiani ed i romani in particolare, su molto hanno lesinato fuorché sulla spesa al supermercato. Ora, dopo i bagordi a tavola, è meglio buttarsi sui saldi 2011 e tirare un attimo la cinghia (se possibile, dopo queste abbuffate) a tavola. Perlomeno si trovi una giusta misura.

Ecco: diciamo che, allora, senza troppi catastrofisimi è bene trovare una sintesi. Da un lato mangiare il giusto e, dall’altro, fiutare l’affare al bancone delle offerte. Magari proprio in quel comparto di abbigliamento che a Natale è andato proprio in panne.

Sì, i saldi in arrivo, ne siamo certi, pur se con un certo anticipo rispetto alla data del 15 inizialmente pattuita, in qualche modo risolleveranno i consumi. Che comunque, ribadiamo da par nostro, sono andati meno peggio del previsto. Soprattutto per quel che attiene al segmento hi-tech e  (strano) alla cultura. Ma, a proposito, non era proprio quest’ultima a dover soccombere nell’era iperconsumistica in cui stiamo vivendo? Meno male che si sta risalendo la china. Entusiasmo, ci vuole. Non solo annunci macabri.

Photo Credit| Donatello Gonnella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>