Codacons: 10 consigli per i saldi estivi 2017 a Roma

di AnnaMaria Commenta

Come ogni anno, nel periodo dei saldi aumentano le possibilità di fare qualche affare accapparrandosi capi di abbigliamento scontati, ma si alzano anche le probabilità di incorrere in qualche truffa. Ecco perchè il Codacons ha stilato una lista con 10 consigli per i saldi estivi 2017, validi per la città di Roma ma ovviamente anche per tutta l’Italia.

1. Conservate lo scontrino

Anche se alcuni negozianti affermano che la merce in saldo non si cambia, questo non è vero. Il consumatore ha diritto al cambio della merce sempre. Se il cambio non è possibile perchè ad esempio il prodotto è esaurito, il consumatore ha diritto alla restituzione dei soldi (e non ad un buono) . La legge prevede due mesi di tempo per denunciare il difetto.

2. Le vendite devono essere di fine stagione

Diffidate da tutti i negozi che prima dei saldi erano vuoti e poi all’improvviso si riempiono di roba di tutte le misure e i colori. Le vendite in saldo devono riguardare prodotti appartenenti all’attuale stagione e non avanzi di magazino o rimanenze.

> SALDI ROMA, CODACONS: GIA’ INIZIATI NEL 75% DEI NEGOZI

3. Girate

Nei giorni precedenti i saldi andate a visionare gli articoli che vi interessano e segnatevi il prezzo. In questo modo potrete effettivamente constatare che lo sconto sia stato applicato correttamente.

4. Consigli per gli acquisti

Entrate in negozio con le idee ben chiare su quello che vi serve e controllate sempre le etichette per capire se il capo che acquistate vale quello che costa. Ad esempio: le fibre naturali sono più pregiate di quelle sintetiche.

> SALDI ESTIVI A ROMA, I CONSIGLI PER ACQUISTARE BENE

5. Attenzione ai saldi a più del 50%

Potrebbe trattarsi di merce vecchia o di prezzi gonfiati in modo da far sembrare lo sconto più consistente.

6. Negozi di fiducia

Se scegliete un negozio di fiducia sarete più sicuri della qualità e della convenienza del vostro acquisto.

7. Prezzi bene in mostra

Non acquistate in negozi dove nelle etichette non sia correttamente indicato il prezzo precedente, la percentuale di sconto e il prezzo attuale.

8. Prova dei capi

I commercianti non sono obbligati a consentire la prova dei capi. Diffidate dei capi di abbigliamento che si possono solo guardare.

9. Pagamenti

Nei negozi che espongono l’adesivo della carta di credito, il negoziante è obbligato ad accettare questa forma di pagamento senza oneri aggiuntivi.

10. Fregature

Se per qualunque motivo pensate di aver subito una fregatura, rivolgetevi al Codacons oppure ai Vigili Urbani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>