I 10 migliori posti per fare il brunch a Roma

di Luca Fiorucci Commenta

Si sta diffondendo anche da noi l’abitudine del brunch, che poi non consiste in altro se non nel fare un pasto che sia una via di mezzo tra colazione e pranzo, specie quando ci si alza tardi nel weekend. Vediamo allora quali sono 10 fra i migliori posti per consumare un ottimo brunch a Roma.

La Veranda (Borgo Santo Spirito, 73): è ambientato all’interno di un palazzo del Cinquecento, in una sala affrescata. Viene tutto preparato al momento, e viene offerto così un brunch al piatto con proposte sempre nuove. Il costo è tra i 15 e i 24 euro bevande escluse (13 euro per i bambini).

Coromandel (via di Monte Giordano 60/61): inagurato di recente, è un ristorante accogliente vicino a piazza Navona. In realtà non viene offerto un vero e proprio brunch perchè le portate vengono servite al tavolo (non è a buffet). Il costo è compreso tra i 10 e i 15 euro.

The Perfect Bun (Largo del Teatro Valle, 4): locale su due piani, in stile americano, che propone per il brunch arrosti, omelette, pancakes, french toast, insalate e un’ampia scelta di dolci.  Il costo è di 25 euro.

Minerva Roof Garden del Grand Hotel de la Minerve (piazza della Minerva, 69): nel pieno centro di Roma, con una terrazza da cui si ha una vista spettacolare della capitale. Propone piatti dolci e salati cucinati dallo chef Antonio Falco. Il costo è di 35 euro, vini inclusi.

Baccano (via delle Muratte 23): si tratta di un caratteristico bistrot dall’aria vagamente parigina, situato nei pressi della Fontana di Trevi. Offre uova al tegamino o strapazzate, omelette, benedettine, croissant, muffin, formaggi, salumi, burgers di manzo o di tonno, sandwich di pollo o al salmone, dolci. Il menù è alla carta.

Bakery House (corso Trieste 157): somiglia ad una vera bakery americana. Il locale è piccolo ma confortevole e l’arredamento ben curato. Propone uova strapazzate e bacon, omelette prosciutto e formaggio, pan cakes, french toast, bagels e sandwiches farciti. Il costo è di 8,50-9 euro al piatto, con il menù alla carta che ha un costo medio di 9 euro.

Said dal 1923 (via Tiburtina, 135): è un bel locale derivato da una vecchia fabbrica di cioccolato, che, oltre alla produzione di cioccolato, da qualche offre un ottimo servizio di ristorazione. Propone un brunch a buffet, con uova e bacon, verdure, primi e secondi a volontà. Il costo è di 25 euro.

Ketumbar (via Galvani 24):è un locale storico di Roma, ospitato nell’edificio più antico del quartiere Testaccio, e propone cucina mediterranea, creativa e italiana. Offre un menù “bio” sempre diverso, con un cibo di ottima qualità e una grande cura nella scelta dei prodotti. Il costo è di 15 euro (10 euro per i bambini, compresa animazione).

Osteria Mavi (via Enrico Fermi 71): locale recentemente rinnovato, dai toni vagamente retrò. Il brunch cambia ogni domenica, ma viene generalmente offerto un buffet di piatti dolci e salati. E’ inoltre possibile ordinare alcuni piatti del menù. Il costo è tra i 15 e i 20 euro.

Enoteca Ferrara (piazza Trilussa 41): propone la formula del “brancia e compra” per il brunch della domenica, dalle 12.30 alle 16, con la possibilità di gustare ed acquistare prodotti genuini appositamente selezionati. Tutti i cibi sono conditi con l’olio realizzato da tre produttrici di altrettante aziende, che sono presenti per presentare e vendere i loro prodotti a un prezzo scontato. Per i più piccoli è previsto anche un baby buffet e l’animazione. Il costo è di 25 euro (bevande escluse), 15 euro per il baby buffet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.