I 10 migliori posti per fare il brunch a Roma

di Luca Fiorucci Commenta

10-posti-brunch-roma-

Si sta diffondendo anche da noi l’abitudine del brunch, che poi non consiste in altro se non nel fare un pasto che sia una via di mezzo tra colazione e pranzo, specie quando ci si alza tardi nel weekend. Vediamo allora quali sono 10 fra i migliori posti per consumare un ottimo brunch a Roma.

La Veranda (Borgo Santo Spirito, 73): è ambientato all’interno di un palazzo del Cinquecento, in una sala affrescata. Viene tutto preparato al momento, e viene offerto così un brunch al piatto con proposte sempre nuove. Il costo è tra i 15 e i 24 euro bevande escluse (13 euro per i bambini).

Coromandel (via di Monte Giordano 60/61): inagurato di recente, è un ristorante accogliente vicino a piazza Navona. In realtà non viene offerto un vero e proprio brunch perchè le portate vengono servite al tavolo (non è a buffet). Il costo è compreso tra i 10 e i 15 euro.

The Perfect Bun (Largo del Teatro Valle, 4): locale su due piani, in stile americano, che propone per il brunch arrosti, omelette, pancakes, french toast, insalate e un’ampia scelta di dolci.  Il costo è di 25 euro.

Minerva Roof Garden del Grand Hotel de la Minerve (piazza della Minerva, 69): nel pieno centro di Roma, con una terrazza da cui si ha una vista spettacolare della capitale. Propone piatti dolci e salati cucinati dallo chef Antonio Falco. Il costo è di 35 euro, vini inclusi.

Baccano (via delle Muratte 23): si tratta di un caratteristico bistrot dall’aria vagamente parigina, situato nei pressi della Fontana di Trevi. Offre uova al tegamino o strapazzate, omelette, benedettine, croissant, muffin, formaggi, salumi, burgers di manzo o di tonno, sandwich di pollo o al salmone, dolci. Il menù è alla carta.

Bakery House (corso Trieste 157): somiglia ad una vera bakery americana. Il locale è piccolo ma confortevole e l’arredamento ben curato. Propone uova strapazzate e bacon, omelette prosciutto e formaggio, pan cakes, french toast, bagels e sandwiches farciti. Il costo è di 8,50-9 euro al piatto, con il menù alla carta che ha un costo medio di 9 euro.

Said dal 1923 (via Tiburtina, 135): è un bel locale derivato da una vecchia fabbrica di cioccolato, che, oltre alla produzione di cioccolato, da qualche offre un ottimo servizio di ristorazione. Propone un brunch a buffet, con uova e bacon, verdure, primi e secondi a volontà. Il costo è di 25 euro.

Ketumbar (via Galvani 24):è un locale storico di Roma, ospitato nell’edificio più antico del quartiere Testaccio, e propone cucina mediterranea, creativa e italiana. Offre un menù “bio” sempre diverso, con un cibo di ottima qualità e una grande cura nella scelta dei prodotti. Il costo è di 15 euro (10 euro per i bambini, compresa animazione).

Osteria Mavi (via Enrico Fermi 71): locale recentemente rinnovato, dai toni vagamente retrò. Il brunch cambia ogni domenica, ma viene generalmente offerto un buffet di piatti dolci e salati. E’ inoltre possibile ordinare alcuni piatti del menù. Il costo è tra i 15 e i 20 euro.

Enoteca Ferrara (piazza Trilussa 41): propone la formula del “brancia e compra” per il brunch della domenica, dalle 12.30 alle 16, con la possibilità di gustare ed acquistare prodotti genuini appositamente selezionati. Tutti i cibi sono conditi con l’olio realizzato da tre produttrici di altrettante aziende, che sono presenti per presentare e vendere i loro prodotti a un prezzo scontato. Per i più piccoli è previsto anche un baby buffet e l’animazione. Il costo è di 25 euro (bevande escluse), 15 euro per il baby buffet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>