Casa del Jazz, that swing a Roma

di Angela Commenta

La Casa del Jazz è un posto da visitare, a Roma. Almeno una volta, preferibilmente più d’una. Per chi ama già il jazz, e per chi lo vuole scoprire. Il motto è quello di Duke Ellington: It Don’t Mean A Thing (If It Ain’t Got That Swing). Ovvero: Non significa nulla se non ha quello swing. Era il 1932.

Oggi la Casa del Jazz è a Roma, e si propone come un posto decisamente originale nel panorama europeo. Concerti, incontri, cultura, formazione. Immersi nel verde di Villa Osio, sotto mura di altri temi.

La Casa del Jazz ospita concerti di jazz classico e sperimentale, sempre attenta a nuovi talenti e nuove tendenze. Ieri, ad esempio, c’erano i Caos Musique: tre ragazzi italiani e un francese che fanno sperimentazione con gusto, classe e sentimento. Assolutamente da consigliare. Tenetevi aggiornati con i prossimi concerti in calendario.

Casa del Jazz, programma di marzo

domenica 14 marzo ore 21
Stefano “Cocco” Cantini Quintet
Stefano “Cocco” Cantini sassofoni
Fabrizio Bosso tromba
Ramberto Ciammarughi pianoforte
Ares Tavolazzi contrabbasso
Manhu Roche batteria
Ingresso euro 10

lunedì 15 marzo ore 19
“Masters of Jazz”
Guida all’ascolto a cura di Roberto Spadoni
Thelonius Monk “La consacrazione, il periodo Columbia”
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

martedì 16 marzo ore 19
“Kind of Jazz: i capolavori del ‘60”
Ascolti e visioni a cura di Marco Molendini
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

mercoledì 17 marzo ore 21
“NYC Scene”
Stanley Cowell Trio
Stanley Cowell pianoforte
Tarus Mateen contrabbasso
Nasheet Waits batteria
Ingresso euro 10

giovedì 18 marzo ore 19
“Frontiere”
Ricerche ed esplorazioni di musicologia afroamericana a cura di Marcello Piras
Schiamazzi di extracomunitari in luogo pubblico: le Sonate per clavicembalo di Scarlatti (1721-57)
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

martedì 23 marzo ore 21
Roberto Gatto Lysergic Band
Francesco Bearzatti sax tenore e clarinetto
Giovanni Falzone tromba
Emmanuel Bex organo
Roberto Gatto batteria
Ingresso euro 10

mercoledì 24 marzo ore 19
“Kind of Jazz: i capolavori del ‘60”
Ascolti e visioni a cura di Marco Molendini
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

giovedì 25 marzo ore 19
“Frontiere”
Ricerche ed esplorazioni di musicologia afroamericana a cura di Marcello Piras
Salotti sovversivi a L’Avana: le Danzas cubanas di Ignacio Cervantes (1857-99)
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

martedì 30 marzo ore 19
“Frontiere”
Ricerche ed esplorazioni di musicologia afroamericana a cura di Marcello Piras
Elusione del diritto d’autore tra gli italo-americani di New York: i contrafacta di Joe Venuti (1926-33).
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

mercoledì 31 marzo ore 19
“Kind of Jazz: i capolavori del ‘60”
Ascolti e visioni a cura di Marco Molendini
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Casa del Jazz
Viale di Porta Ardeatina, 55
00153 Roma
Tel. 06 704731 (dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>