Entro il 2018 Starbucks arriverà a Roma

di AnnaMaria Commenta

Per anni era stato annunciato ma era sempre una bufala. Questa volta invece la notizia è vera e confermata: entro giugno 2018 apriranno 4-5 punti vendita di Starbucks tra Roma e Milano. Parola dell’imprenditore bergamasco Antonio Percassi, che ha fatto di recente un annuncio ufficiale e che in questi giorni sta curando tutti i dettagli dello sbarco in Italia del colosso americano del caffè e dolcetti.

E, “se il mercato risponderà bene”, nei prossimi 5-6 anni potrebbero aprire in Italia fino a 300 altri punti vendita. Il primo aprirà a Milano,nella sede del Palazzo delle Poste di piazza Cordusio, in pieno centro, e l’inaugurazione è prevista per giugno 2018. Dopo una settimana dall’inaugurazione, dovrebbero poi aprire altri 4-5 punti vendita tra Roma e Milano che poi aumenteranno diffondendosi in tutta Italia nel giro di 6 ani circa.

> CASTRONI, IL PROFUMO DEL CAFFE’ A ROMA

Chiaramente l’imprenditore tende a precisare che tutto questo avverà soltano se i punti vendita Starbucks dovessero raggiungere un certo successo e quindi le città di Roma e Milano serviranno come banco di prova per capire se il marchio abbia possibilità di espandersi in tutta Italia. L’obiettivo finale sarebbe aprire circa 200-300 punti vendita ma bisogna capire se gli italiani apprezzeranno.

> CAFFE’ SANT’EUSTACHIO, IL CAFFE’ A ROMA

Da anni infatti si discute sulla possibilità di aprire negozi di questo tipo in Italia, patria del caffè espresso corto e forte che solo qui sappiamo fare a regola d’arte. Tra accaniti sostentori del modello Starbuck’s e detrattori del caffè americano, era proprio il colosso di Seattle a non essere assolutamente interessato al mercato italiano. Adesso pare che le cose siano cambiate e dunque non ci rimane che aspettare per scoprire dove si troverà il primo negozio Starbuck’s di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.