Invader a Roma con “Roma 2010 and other curiosities”

di Angela Commenta

Invasori dello spazio o invasori di spazio? E’ il titolo di un pezzo sulla rivista inglese Wanted in Rome. “La domanda se siamo o meno soli nello spazio ha già una risposta”. Si parla di alieni, navicelle spaziali, invasioni a Roma. Dopo Parigi, Tokyo, Londra, New York, Los Angeles, Hong Kong, Istanbul e Kathmandu, arrivano anche a Roma gli Invaders.

Già, perché durante l’appena (sigh, sob) trascorsa estate romana vi sarete accorti, camminando per le vie della città, avrete notato agli angoli delle strade delle navicelle spaziali. Naturalmente non sono gli alieni. Sono gli Invaders.“Roma 2010 and other curiosities” è il titolo della prima mostra personale italiana di Invader, presso lo spazio espositivo Wunderkammern dal prossimo 23 ottobre al 21 dicembre. E’ la storia di un’artista che fa dell’anonimato la sua, un parigino classe 1969. Oggi Invader è uno dei più importanti e originali street artist a livello internazionale. Tanto che  molte gallerie e molti musei, anche di alto livello, hanno voluto e avuto i lavori di Invader in mostra.

Come viene riportato sul sito: Invader è noto soprattutto per i suoi interventi pubblici ispirati all’Arcade Game Space Invaders, creato nel 1978 in Giappone. Il suo operato è legato a pratiche creative di “interferenza” e disegna inediti percorsi nello spazio collettivo, modellando nuovi segni nel paesaggio urbano. La modalità naturalmente pubblica dei suoi interventi – sospesa tra visibilità e anonimato e tra spazio reale e virtuale – così come la scelta di icone presenti nelle pratiche e nella memoria collettiva delle generazioni più giovani, fornisce una lettura significativa e originale del nostro patrimonio culturale.

Ora anche Roma è tra le tante – 40 – città nel mondo “invase” da queste navicelle spaziali di street art. Città grandi e piccole e in ogni angolo del globo, che hanno visto ai propri angoli l’arte di questo artista anonimo ma innovativo. In cima a tutte, naturalmente, la sua Parigi.  A Wunderkammern, a Roma, verrà anche presentata in esclusiva la guida e la 19a mappa dell’invasione di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>