Le vie dello shopping a Roma devono essere raggiunte… in 15 minuti!

di Gianni Puglisi Commenta

Il problema della mobilità viene troppo spesso ignorato, quando invece merita di essere preso in seria considerazione sia per la qualità della vita in generale, sia per lo sviluppo delle aree commerciali. Perché il traffico è un problema prioritario se, ogni anno, i romani trascorrono in media 254 ore in auto e i mezzi pubblici sono lenti, difficilmente puntuali e poco affidabili.

Se decidessimo di raggiungere in una sola giornata le principali vie degli acquisti, quanto tempo dovremmo avere a disposizione? Fortunatamente, ci viene in soccorso l’idea – non così visionaria come sembra – di una “Roma in 15 minuti”: un modello pensato per ridurre in maniera significativa i tempi di spostamento, in modo da avere più tempo a disposizione e più serenità da dedicare a tutte le attività quotidiane. Comprese, ovviamente, quelle legate allo shopping.

L’aumento del traffico cittadino è purtroppo legato anche a chi deve raggiungere il posto di lavoro e, su questo punto, la città deve dimostrare di essere ancora più “smart” e in grado di limitare o differenziare negli orari gli spostamenti fisici.

Non è facile ri-progettare la mobilità in funzione dei 15 minuti. Tuttavia, gli studi dimostrano che, con metodo e impegno, questo ambizioso obiettivo potrebbe essere raggiunto: meno di un quarto d’ora per arrivare alle aree commerciali, magari in bici o con i mezzi pubblici, non è  un sogno ma un progetto – fondato e già sperimentato con successo.

Certo, la realizzazione di questa idea così lungimirante ha bisogno di una visione e di una volontà politica – mentre, nella corsa al Campidoglio, il progetto “Roma in 15 minuti” è stato preso in considerazione soltanto da uno dei candidati. Ci auguriamo che il coraggio di proporlo venga premiato, perché Roma può davvero diventare una città più vivibile e smart, all’avanguardia anche per la mobilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.