Desigual casa Roma, nuova collezione Living

di Nax Commenta

Desigual a Roma ormai è davvero un po’ ovunque e soprattutto sta spaziando anche per la casa. In principio, delle mura domestiche se ne occupavano davvero solo in pochi, mentre ora vi mettono mano in molti.

Da Zara a ‘Desi’, appunto, entrambi i marchi sono di provenienza spagnola e tutti e due hanno varato nuove ed interessanti soluzioni per lenzuola, copriletto, copridivano e tutto quello che vi può servire tanto in cucina quanto nelle altre stanza del vostro appartamento.

Una sorta di individualismo che, nel caso specifico della collezione Living targata Desigual, è proprio riconoscibile a chilometri. Non solo per il tono sgargiante che si può attribuyire ad un brand ormai divenuto nel giro di pochi anni.. storico e che si connota per le sue tinte forti. Ma anche per la qualità e gli abbinamenti che va a proporre. Queste logiche di individualità o, se volete, di ‘disegualità’ ci riportano indietro nel tempo quando fu addirittura la Apple a partire in quarta con la sua produzione di rottura. Solo che Jobs lo realizzò con il bianco: portando modi di pensare e di approcciarsi alla allora grigia materia informatica e computeristica completamente differenti. Tanto che il mercato, specie agli inizi, non fu granché propenso a recepire l’istanza di innovazione. La domanda, nel campo del Living di Desigual, allora, pur essendo posta ad un mercato legato alla ‘Home’ non può essere molto differente: gli spagnoli riusciranno a fare breccia nelle case degli italiani? Noi speriamo di sì perché tifiamo sempre per le nuove inziative commerciali. Insomma: in questo mondo dove tutti copiano tutti, chi per primo ha avuto l’idea di colorare in modo ‘desiguale‘ un certo mondo, a nostro avviso merita perlomeno l’augurio di buona fortuna. Allora: buona fortuna, Living: chissà se i romani saranno sensibili ai tuoi colori all’interno della casa. Immaginiamo di sì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.