Palazzo Scanderbeg aperto a Roma

di Malvi Commenta

A Roma, a pochi passi da Fontana di Trevi, Piazza di Spagna e Piazza Navona è stato aperto Palazzo Scanderbeg, struttura ricettiva di lusso composta da undici appartamenti di diversa metratura, dislocati su quattro piani, immersi nel cuore della Capitale.

piazza Scanderbeg

Per molti anni sede del Museo della Pasta, Palazzo Scanderbeg fu costruito nel 1466 dal Principe albanese e Re d’Epiro Giorgio Castriota, detto Scanderbeg, eroico condottiero che si era fatto valere nella lunga guerra contro l’espansione ottomana in difesa della Cristianità. Dopo lunghi lavori di ristrutturazione, questa bellissima struttura che si affaccia su piazza Scanderbeg torna ad avere vita presentandosi come la soluzione ideale per i viaggiatori di oggi che desiderano una casa lontano da casa, godendo di comfort e servizi di alto livello. Giacomo Guzzardi, general manager che ha seguito da vicino la ristrutturazione di Palazzo Scanderbeg a Roma, afferma:

Palazzo Scanderbeg completa la nostra offerta ricettiva nei punti strategici del turismo romano, il Visconti Palace Hotel vicino a San Pietro e l’Hotel Capo d’Africa nei pressi del Colosseo. Puntiamo molto su quello che si è dimostrato il fattore vincente negli altri due alberghi: il servizio. A Palazzo Scanderbeg l’ospite è coccolato aldilà di ogni sua aspettativa, nel rispetto della privacy e della discrezione. La conciergerie assiste gli ospiti 24 ore su 24, soddisfacendo ogni loro desiderio in maniera premurosa e impeccabile. Sono disponibili altri servizi altamente personalizzati, come il maggiordomo e lo chef a domicilio su richiesta. Gli appartamenti sono dotati di cucina completamente attrezzata in ogni dettaglio, dal forno a microonde alla cantinetta refrigerata per il vino, compresa una piccola selezione di prodotti gastronomici in omaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>