Il Rose Garden Hotel di Via Veneto festeggia l’affiliazione al Gruppo Luxe

di Valentina Cervelli Commenta

Un party per dare ufficialmente il via al nuovo Luxe Rose Garden Hotel: una realtà frutto della partnership di due grandi soggetti del settore alberghiero che hanno deciso di offrire alla propria clientela una struttura sempre più all’avanguardia e piacevole nel centro di Roma.

Un appuntamento nel quale i presenti hanno potuto toccare con mano quella che è la formula vincente di accoglienza che da anni caratterizza uno degli hotel di lusso più organizzati del centro storico. La location, spettacolare di notte, ha abbracciato con il suo candore e la sua eleganza coloro che hanno partecipato all’inaugurazione di questa nuova avventura nella quale il Rose Garden entra nell’orbita Luxe risplendendo ancora di più della luce del successo. Alla serata hanno partecipato media, influencer, tour operator e clienti storici del Rose Garden.

Il Gruppo Luxe, di base a Los Angeles e rappresentato dal CEO Mr. Efrem Harkham, sorridente e cordiale con tutti, ha costruito la sua identità investendo molto sulla cura dei dettagli d’arredo, utilizzando oggetti d’arte, nella formazione quasi maniacale del personale di servizio e soprattutto sulla competitività in termini di tariffe, per offrire pacchetti lussuosi a prezzi accessibili al segmento medio dell’utenza consumer. Mr. Harkham ha scelto il Rose Garden perché ha ben compreso che la forza dei risultati conseguiti nel tempo dall’hotel sono in linea con la filosofia del suo gruppo: offerta ampia e competitiva, adatta a diverse “personas”, efficienza, cordialità ed organizzazione del personale. Alessandro Massari – General Manager e azionista dell’hotel – ha scelto il gruppo Luxe perché interessato a rafforzare la propria presenza nel mercato statunitense e per proporsi con maggiore decisione in un mercato sempre più complicato.

Le buone intenzioni si sono ben colte durante il party di ieri sera, preceduto dal tradizionale “taglio del nastro” inaugurale. All’interno del Luxe Rose Garden Hotel ci si sente immediatamente avvolti in un’atmosfera calda e accogliente con mille occhi attenti alle esigenze che a volte non si ha il tempo neanche di palesare: un attimo dopo arriva un cameriere a riempire un calice mezzo pieno o membro dello staff a rispondere alle nostre domande. L’approccio attento ai particolari e genuino di coloro che lavorano nella struttura è già percepibile e in grado di trasmettere una professionalità diffusa e disinvolta, senza farsi notare. Del resto il Rose Garden e il suo staff già operavano con successo nel settore da anni: la preparazione pluriennale nell’accoglienza fa il resto.

Si parla molto di accoglienza come esperienza, in questi ultimi anni, uno dei fattori emozionali che porta il cliente a vivere un soggiorno che sia memorabile rendendolo desideroso di tornare e di fidelizzarsi. Il nuovo Rose Garden entra nella famiglia Luxe e non lo fa in punta di piedi, ma si presenta ai suoi clienti e investitori con un party che non solo porta promesse e aspettative ma già sembra in grado di sostenerle e mantenerle, e siamo solo all’inizio. Scelta strategica per il Gruppo Luxe, che conferma la sua volontà di garbata espansione basata su certi valori imprescindibili, che rilancerà l’offerta proposta dall’hotel attraverso nuovi canali proponendo con maggiore decisone percorsi benessere e “su misura”, rafforzando la collaborazione con artisti locali ospitando le loro opere negli spazi comuni del Rose Garden aumentando lo scambio con la vita artistica e culturale cittadina.

In una serata svoltasi nel migliore dei modi, il Luxe Rose Garden Hotel è stato il perfetto sfondo a quella che deve essere l’esperienza alberghiera intesa in senso moderno da affiancare a quei requisiti fondamentali già apprezzati: la qualità e la luminosità delle camere, la vicinanza a nodi turistici importanti, la facilità di collegamento pubblico e privato con la città, un ristorante comodo ed efficiente.

I presenti all’inaugurazione hanno avuto modo di avere un’assaggio dunque di quello che sarà in grado di produrre questa interessante joint-venture. Auguri al nuovo Luxe Rose Garden.

Photo Credit | Micol Piazza Sed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>