Saldi Roma 2011 anticipati al giorno della Befana

di Nax 4

Saldi Roma 2011, sulla data di partenza ancora un nulla di fatto. Come già vi avevamo anticipato pochi giorni fa, infatti, la questione, pur in teoria essendo abbastanza nota, sta risultando di non facile risoluzione pratica. Insomma: è una data; un numero, ma di sconti e promozioni a Roma ancora non si sa quando se ne dovrà parlare.

Una breve overview, giusto per rinfrescare la memoria. Prima si era più o meno tutti d’accordo per far cominciare le vendite in un dato momento. La data fissata era quella del 15 gennaio 2011 e tutto sembrava andare per il verso giusto. Poi, la decisione (in senso federalista) di far anticipare i ribassi alla maggior parte delle regioni. Anche e soprattutto a quelle limitrofe al Lazio. Ma non nel Lazio stesso. Un’iniziativa che ha spinto Confcommercio Roma a mettere il piede sul pedale del freno, con Cesare Pambianchi che ha chiesto lo stop alla data di metà gennaio, puntando invece anche ad accelerare eventuali aperture anticipate. Addirittura è stata proposta la metà di dicembre.

Una soluzione, questa, che però non ha trovato l’unanimità. Confesercenti, infatti, con il suo presidente Giammaria rivendica come “il 95 per cento dei romani attenda quella data e non prima”. Inoltre, avanzano in non pochi, si metterebbero a rischio le spese di Natale.

Comunque, ogni volta che si avvicina il periodo dei saldi c’è sempre un po’ di incertezza. Fu così anche l’estate scorsa.

Ecco perché ancora non se ne viene a capo. L’assessore alle Attività Produttive Di Paolo, tuttavia, giusto ieri ha detto come lunedì si concluderà la trattativa. Ha parlato di una “sintesi” che dovrebbe accontentare tutte le associazioni. Si profila, come avevamo già spiegato noi, la data del 6 gennaio. Una sorta di uovo di Colombo che scongiurerebbe l’eventuale e temuto spostamento di romani lungo le autostrade dello shopping (Firenze e Napoli). D’altro canto, non’schiaccerebbe’ troppo il periodo dei ribassi.

Comunque, ci permettiamo di aggiungere noi in punta di penna, anzi di mouse: ma perché no varare una legge che obblighi tutti a partire dai blocchi quando lo starter spara il colpo di pistola? Perché far partire prima una regione, o alcune regioni, e dopo, solo dopo, le altre?

Photo Credit|Chiara Lalli

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>