La città del Natale, al Teatro Olimpico

di Angela Commenta

città natale olimpico

E’ Natale, e a Roma è tempo di favole. Lo spettacolo si chiama “La città del Natale”, di Margherita Cordova per la regia di Paola di Girolamo. E sarà al Teatro Olimpico dal 15 al 18 dicembre alle ore 10.30. Una favola moderna della compagnia de “Gli Apprendisti Incantatori”, e antica, un racconto rivolto a chi è bambino e a chi lo è ancora, e sempre, dentro di sè. Perché è ancora possibile non smettere di credere a Babbo Natale, e non lasciare che la propria dimensione più intima e pura non si perda nei meandri di una vita senza sogni, tra traffico, problemi, tradimenti, scollamenti emotivi.

La Città Del Natale” è una commedia musicale. Lo spettacolo si basa sul testo di Margherita Cordova, ed è musicato da Fabrizio Murgante. Katia Nannavecchia ha curato le coreografie, mentre la regia è di Paola Di Girolamo. Protagonista di questa fiaba, i regali di Natale. Regali che tutti i bimbi del mondo dovrebbero poter avere. Tutti.

Lo spettacolo dura novanta minuti: è ambientato a Funtopoli, città irreale dove vivono bizzarri esseri, magari non graziosi e armoniosi ma tanto allegri. Esseri che fanno della gioia di vivere il loro stile di vita. Uno stile che in molti hanno dimenticato da troppo tempo ormai. Quelle strane creature non sono alieni: sono umani. Ragazzi e ragazze. E sono lì alla ricerca del Natale perduto. Un’occasione, un’atmosfera, per respirare amore perduto. E lo fanno creando il loro Natale. Un 25 dicembre tutto particolare, che vorrebbe che Babbo Natale facesse per una volta doppio lavoro: non solo regali ai bambini della terra, ma anche a quelli sotto terra, che sempre dimentica. Come fare? Semplice: rapendo il gigante natalizio. A farlo è il protagonista, Spiro Spirato, che rapisce Babbo Natale, lo lasvia “prigioniero” a Funtopoli e va al posto suo a consegnare i regali di Natale. In cielo, in terra e nel sottosuolo: tutti avranno il loro regalo.

Naturalmente la scomparsa di Babbo natale non è esattamente cosa da poco, che il mondo dei vivi non accetterà. E si scatenerà mettendo in campo tutto, anche le forze oscure rappresentate dall’antagonista Sacco Almanacco. I protagonisti hanno nomi quanto mai indicativi: Spiro, Ermia, gli aiutanti La, Pi, De. Saranno loro a lottare a loro volta per un Natale diverso. Per un’unica “città del Natale”.

“Gli Apprendisti Incantatori”

spettacoli tutti i giorni alle ore 10.30

Info e prenotazioni:

Le Muse in scena

06.23.26.00.03 – 338.16.04.968

06.24.11.477 – 320.80.23.031

[email protected]

Il Teatro Olimpico è in Piazza Gentile da Fabriano al n. 17. E’ possibile arrivare qui con i mezzi pubblici collegati alla vicina Piazza Mancini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>