Modigliani a Roma

di Gianni Puglisi Commenta

Nel centro storico di Roma, sorge Palazzo Cipolla, palazzo storico di Roma che venne nel corso del tempo trasformato in un Museo Fondazione di Roma, che ospita dal 14 novembre 2013 la mostra di Modigliani, Soutine e di tutti gli artisti maledetti.

Grazie alle opere della collezione Jonas Netter, un ebreo che nel corso del tempo divenne un grande estimatore e riconoscitore di artisti di ogni nazionalità, ma soprattutto un grande collezionista sulla scia di veri e propri mecenate, la mostra sta facendo il giro d’Italia e non solo, contando oltre 120 opere che non venivano esposte al pubblico da più di settant’anni. Un percorso che riporta lo sguardo del visitatore sulla Parigi dell’inizio del Novecento, la Parigi Bohémien popolata da centinaia di artisti e personaggi di fama storica mondiale di tutti i generi, ed è proprio con questo sguardo intriso di commistioni linguistiche, sociali che dobbiamo porre un’attenta visione a questa mostra.

In esposizione si avrà l’opportunità di poter ammirare opere del grande pittore Amedeo Modigliani, da non lasciarsi sfuggire i ritratti di donne con i colli affusolati allungati e la particolarità dei loro occhi, ed anche opere di molti suoi colleghi come Soutine, Utrillo di cui Netter si appassiona al periodo bianco, Fournier, Kisling, Suzanne Valadon. Questi artisti erano sicuramente accomunati da un forte senso di rinnovamento del senso comune che si poteva avere sull’arte, che poteva avere largo spago nella Parigi dell’epoca. Mostra assolutamente da non perdere.

Palazzo Cipolla, Via del Corso, 320 Roma (Zona Centro Storico)

Biglietti Interi 13€

Biglietti Ridotti 11€

Photo Credits – https://www.facebook.com/pages/Amedeo-Modigliani-1884-1920/151312204919644

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.