Ristoranti biologici di Roma (terza parte)

di Luca Fiorucci Commenta

ristoranti-biologici-roma-3-Continuiamo a vedere ancora i tanti ristoranti biologici di Roma, dove è possibile mangiare cibo vegan o biologico e macrobiotico, per chi ama un’alimentazione preparata nel pieno rispetto dei ritmi della natura e senza pesticidi e concimi chimici.

Le Bistrot ristorante vegetariano, via delle Sette Chiese 160 (zona Garbatella): ristorante accogliente con cucina vegetariana che propone cibi semplici ma mediterranei ed offre una buona carta dei vini.

Mesob, via Prenestina 118 (zona Prenestino): ristorante etiope dall’ambiente accogliente, dove si mangia con l’injera (una sorta di soffice e spugnosa crepe) al posto delle normali posate, secondo la tradizione etiope (a richiesta vengono comunque forniti piatti e forchette), e dove il cibo viene preparato quotidianamente con spezie importate direttamente dall’Etiopia, e mantiene quindi i profumi e i sapori e i profumi tipici di questa cucina.

Life Pizzeria Bio, via Cassia 701 (zona Cassia-Tomba di nerone):pizzeria che propone molte pizze bio leggere e tanti altri piatti, in un menù preparato con la collaborazione di una nutrizionista.

Locanda dei Girasoli, via dei Sulpici, 117 H (zona Appio-Tuscolano): ristorante gestito dalla cooperativa sociale “I girasoli”, che collabora con persone affette da sindrome di Down, che partecipano attivamente e con professionalità a questo progetto.

Locanda dei Massimi, via Portuense 863 (zona Portuense): ristorante immerso nel verde, anche se dentro la città, e offre piatti della tradizione romana e popolare e un menù per celiaci.

La Capra Campa, via Lonato 62 (zona Prima Porta): ristorante immerso nel verde, all’interno di un centro di attività equestri dedicate alla pet terapy. La cucina propone piatti vegetariani e vegani, con una grande per le materie prime.7

Luce 44, via della Luce 44 (zona Trastevere): ristorante a impatto zero, che aderisce al progetto di Lifegate per ridurre e compensare le emissioni di anidride carbonica. In cucina vengono utilizzati solo prodotti biologici e a km zero, per un menù creativo che soddisfa anche i vegetariani.

Il Guru, via Cimarra 4 (zona Monti): ristorante indiano dall’atmosfera rilassante, che propone un menù ricco di piatti del sud dell’India ed anche Tandoori di carne e di pesce e una grande varietà di curry.

Il Margutta RistorArte Vegetariano, via Margutta 118 (zona Centro): ristorante con una particolare attenzione per l’ambiente, che utiulizza materie prime naturali, organiche e di prima qualità, e dal lunedì al sabato propone un ricco lunch a buffet e la domenica un brunch.

India House, via di Santa Cecilia 8 (zona Trastevere): ristorante che propone cucina tipica indiana in un ambiente sobrio e curato. E’ possibile anche il take-away.

Jaipur, via San Francesco a Ripa 56 (zona Trastevere): ristorante indiano, dall’atmosfera elegante e suggestiva, che propone sopratutto piatti tipici del nord dell’India, speziati e piccanti, e anche un ricco menù vegetariano.

Kashmir, via Carlo della Rocca 30 (zona Tor Pignattara): ristorante indiano dall’ambiente caldo e semplice, dove Aziz Khan, uno chef famoso, prepara tutti i piatti della cucina tradizionale indiana, soprattutto quella del nord.

Ketumbar, via Galvani 24 (zona Testaccio): locale storico che da un pò di tempo sta abbracciando la scelta della sostenibilità e propone quindi aperitivi biologici con sottofondo musicale e mercatino dell’usato e dell’artigianato (il giovedì alle 19.30) e brunch bio con uno spazio dedicato ai bambini (la domenica dalle 12).

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>